Vincere lo stress Medicina di salute e vita, non di malattia e morte

Vivere a lungo restando giovani

Nel nostro Paese l'aspettativa di vita è tra le più elevate ed è una reale esigenza sociale quella di studiare, approfondire e analizzare tutte le componenti della cosiddetta longevità sostenibile. Il rapido e continuo aumento di individui longevi in Italia e nel mondo sta cambiando gli equilibri e i patti sociali fra generazioni, creando nuovi consumi di prodotti specifici, come l’assistenza medica mirata e nuovi bilanci degli Enti pensionistici e assicurativi. Società, istituzioni pubbliche, enti e infine le singole famiglie dovranno affrontare questa realtà ma non sembrano esserne materialmente pronte.

Diventa così indispensabile individuare i bisogni da soddisfare per favorire le pubbliche amministrazioni, le imprese e le associazioni di volontariato e permettere alla cittadinanza il confronto col passaggio alla terza e alla quarta età, affinché possa essere vissuta come vita attiva, piena di serenità e autonomia. Perciò sono state create le iniziative che hanno portato a due incontri nazionali, Longevamente e Mentathlon, riuniti in un convegno medico dedicato per la prima volta, lo scorso settembre, alla longevità sostenibile.

Così a Milano si sono susseguiti su un palco emeriti professori ed esperti in anti-aging da un lato e, dall'altro, persone di ogni età si sono sfidate con esercizi che mettono alla prova le proprie facoltà cognitive, con tanto di coppe ai vincitori. Questo perché è ormai dimostrato che per vivere a lungo in buona salute è necessario possedere anche una buona vitalità mentale. E’ stata presentata una medicina che tiene in considerazione gli aspetti più importanti per la sana longevità dell’essere umano: nutrizione, psicologia, gestione dello stress, tecnologia, sport fisico e mentale, diagnostica e prevenzione.

Tutto ciò porta a un nuovo modello di educazione e promozione della salute attraverso la cultura degli stili di vita sani che istituzioni di ogni luogo dovrebbero promuovere per affrontare la sfida sociale più importante del terzo millennio. Tanto per cominciare, il messaggio più sostanzioso consiste in una facile battuta: “Lasciare la sedentarietà e agire con il corpo e la mente in modo che a tutte le età si possa restare in forma”. Sta qui la base di tutto, ovvero bisogna conservare una mente sana in un corpo sano, come dicevano gli antichi!

Tanta gente crede che basti andare in palestra e avere un fisico perfetto, o quasi, ma non bisogna dimenticare mai che pure la mente invecchia. Per godere del benessere del corpo è indispensabile avere una mente lucida e attiva che aiuti vivere in piena efficienza e autonomia a qualsiasi età. Gli eventi milanesi succitati sono stati promossi e patrocinati dall’Assessorato alla Salute del Comune di Milano e dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia e ho potuto intervistare alcuni esperti. Tali interventi si trovano nel servizio che segue.

Dice ad esempio il dottor Iannoccari, neuropsicologo e presidente di Mens Sana: “Si sbaglia comunemente nel credere che basti svolgere delle attività impegnative, come essere manager o giornalista, scrittore o insegnante, per non correre il rischio di perdere l’efficienza mentale. Invece, ogni attività specifica tende a utilizzare solo alcune funzioni e aree cerebrali, per cui altre rimangono inattive e, a lungo andare, proprio questa inattività provoca una perdita di collegamenti sinaptici. La conseguenza è che i neuroni diminuiscono la loro efficienza. In parole povere, l’assenza di esercizio su tutte le aree cerebrali favorisce la perdita delle stesse attività mentali, quelle usate di meno”.

Basandosi su questi principi, non più solo teorici ma sempre più dimostrabili scientificamente, vengono realizzate delle ricerche nell’ambito delle neuroscienze che hanno portato già a diversi programmi di stimolazione cognitiva, dimostratisi efficaci per sviluppare e potenziare le risorse mentali residue nei soggetti anziani, migliorandone le prestazioni cerebrali. Per ritardare la normale riduzione della capacità di attenzione, concentrazione, memoria, ragionamento, calcolo, logica, orientamento spazio-temporale e così via sono stati sviluppate dei corsi di ginnastica mentale da eseguire a partire dai 30 anni in poi, volendo.

info@curarsinaturalmente.com

 

Torna indietro

Vincere lo stress

I diplomi di dr. A.D.Cohen


Primizie per chi ama le news... brevi ma tante


Leggete qui! Approfondimenti


Archivio


Cos' la Cabbalah


Armonie vitali

Vincere lo stress

E-mail
info@naturachecura.it


La Terra, l'hai in prestito dai tuoi figli, non l'hai ereditata dai tuoi padri...




Immagine angolo
Logo