Il libro

Pachamama te habla fu il primo libro scritto da Hérnan Huarache Mamani, un curandero andino che da anni condivide l'Italia con il suo paese di origine. Fu tradotto anni fa da Piemme Editore e intitolato Negli occhi dello sciamano. Mamani ha scritti altri libri ma in quello ha raccontato non solo la propria storia, un po' romanzata: ha pure svelato una serie di profezie e insegnamenti imparati durante i suoi anni di ricerca interiore sulle Ande.

“Chi ha perso la propria strada deve tornare indietro a cercarla: solo così la troverà”. Questo concetto espresso nel racconto spiega come un uomo, del tutto ignaro delle sue origini, riesca a scoprire la propria identità attraverso un percorso che comincia da una malattia. Nella premessa, Hérnan scrive di un astronomo che, in visita a un collega andino, gli chiede di insegnargli i nomi delle costellazioni del cielo in lingua quechua, l'antico linguaggio usato dai popoli peruviani e dagli incas.

Tomàs Laura, così si chiama l'astrologo andino, pone delle domande al collega: “Cos'è la Terra per te? Ascolti la Terra quando ti parla ? Qual è il punto di maggior forza di questo pianeta? Cosa unisce l'uomo alla Terra?” Poiché il visitatore si esprime con difficoltà, Tomàs Laura afferma: “Come pretendi di conoscere il linguaggio dei cieli se non conosci il linguaggio della Terra? Prima impara gli insegnamenti della Terra sulla quale poggiano i tuoi piedi e poi io ti insegnerò il nome delle costellazioni e i messaggi del Cosmo. Solo i pazzi e gli sciocchi vogliono imparare prima ciò che è lontano, senza conoscere quello che è vicino”.

Il libro è subito avvincente e il racconto è popolato da personaggi e avvenimenti. Mamani aveva frequentato l'università di Arequipa nonostante fosse di famiglia povera: il suo oroscopo lo poneva in una situazione speciale e il padre aveva affrontato molte privazioni pur di non fargli mancare, unico tra i figli, una adeguata istruzione superiore. Tanto che Hérnan prende ben due lauree e trova un impiego presso il Ministero dell'Agricoltura.

La malattia però lo riporta a casa, in un paese rurale sulle Ande e lì entra in contatto con una conoscenza che credeva persa e di cui scopre le tracce attraverso l'incontro con indigeni della sua terra e alcuni sogni rivelatori . Ma l'incontro davvero importante avviene fra i ghiacci eterni di una montagna, sulla Cordigliera delle Ande, con un maestro spirituale che vive in una grotta e lo convince a diffondere il messaggio ricevuto: il bisogno per tutti gli uomini di stringere un nuovo patto di alleanza con Pachamama, che in lingua quechua significa Madre Terra .

Se questo accadrà, la profezia dice che l'umanità passerà dall'epoca di oscurità e paure in cui vive attualmente, a una nuova condizione di luce in cui potrà vivere il popolo dell'arcobaleno, ovvero l'uomo nuovo, amico della Terra.

 

Torna indietro



I diplomi di dr. A.D.Cohen


Primizie per chi ama le news... brevi ma tante


Leggete qui! Approfondimenti


Archivio


Cos'č la Cabbalah



Armonie vitali



E-mail
info@naturachecura.it


La Terra, l'hai in prestito dai tuoi figli, non l'hai ereditata dai tuoi padri...




Immagine angolo
Logo