Oligoelementi Cosa sono gli Oligoelementi

Oligoelementi

E' ormai del tutto indiscutibile, perché provato con sperimentazioni effettuate da serissimi scienziati, che scambiarsi e nutrirsi di elementi viventi fa bene agli essere viventi. Logico? Sì, purché si considerino viventi anche i minerali: basta ricordare che appartengono a uno dei tre grandi Regni biologici e tutto si semplifica.

Ciò significa che la terra ama nutrirsi di quanto cade dal cielo o dagli alberi, come pure di insetti morti e carcasse di animali. Vale a dire che i corpi morti sono comunque organici, prodotti biologici che liberano sostanze naturali utilissime al nutrimento del terreno. Significa pure che le piante cresciute in terreni fertilizzati organicamente sono molto più ricche di minerali e vitamine rispetto a quelle coltivate con prodotti sintetici analoghi. Di conseguenza, anche l'uomo e l'animale che si cibano di ortaggi, verdure, legumi, cereali e frutti cresciuti in terreni biologici non risentono delle carenze minerali che altrimenti provocherebbero vari disagi.

Oggi gli esperti sono concordi nel sottolineare come i minerali siano necessari per la rigenerazione dei tessuti, tra cui ossa, denti, unghie e per la crescita, per il metabolismo, per il sistema nervoso e per rallentare alcuni processi degenerativi. Questo li rende elementi indispensabili nella dieta di tutti quelli che vogliono mantenersi sani e sono utili a bambini, giovani, donne, adulti e anziani.

I minerali si dividono in macrominerali, come calcio, fosforo, magnesio e zolfo, adoperati dall'organismo per lo sviluppo e l'equilibrio del nostro corpo e gli oligoelementi, detti anche minerali-traccia perché ne bastano quantità minime per la sopravvivenza: questi sono tantissimi, tra cui ferro, magnesio, manganese, rame, molibdeno, iodio, fluoro, cobalto, selenio e molti altri. Ma, benché ne basti pochissimo da un punta di vista della quantità, gli oligoelementi non vanno affatto trascurati, poiché sono tutti essenziali per una vita sana e l'organismo umano ha bisogno di queste sostanze in dosi variabili da individuo a individuo.

Si molto discusso se l'uso di integratori minerali possa diventare dannoso ma ecco il grande segreto rivelato: non si riceve alcun danno da una eccessiva ingestione di tali elementi purché provengano da fonte organica, mentre gli effetti tossici si verificano solo quando le quantità eccessive di minerali siano state ingerite attraverso componenti inorganici, ovvero metalli ponderali o prodotti di sintesi.

Ecco un esempio: si potrebbe mangiare fin troppo un cibo ricchissimo di rame come il fegato di bue e non succederà assolutamente nulla, esclusa una eventuale indigestione. Ma se viene assorbito troppo rame a causa dell'utilizzo di utensili di rame, potrebbe risultarne una grave forma di avvelenamento.

La natura favorisce le combinazioni: il rame permette un miglior assorbimento da parte dell'organismo del ferro, il quale contribuisce a sua volta alla produzione di tirossina, l'ormone che si sviluppa nella ghiandola tiroidea e la cui mancanza provoca letargia e aumento di peso, perdita di energia fisica e mentale; e aiuta l'assorbimento dello iodio. Se ci si nutre di molti pesci, frutti di mare e alghe si ingerisce tanto iodio che difficilmente può avere effetti nocivi, mentre un eccesso di iodio (o di tirossina) in forma inorganica potrebbe provocare danni gravi.

Esistono vari esami per misurare i minerali: hanno lo scopo di scoprire carenze, eccessi o squilibri di vario genere. Il mineralogramma è il più conosciuto e vede l'analisi di alcuni capelli presi dalla nuca di un paziente, ma si possono esaminare anche sangue e urine. In effetti, le nostre molecole sono interamente composte da formule chimiche quasi tutte minerali (vi ricordate la Tabella degli Elementi?).

Non a caso le attività più importanti del nostro organismo sono quelle svolte dal Sistema Nervoso Centrale, interamente controllato da macro e microelementi in finissimo equilibrio e risonanza. In tutti i fenomeni biologici sono presenti atomi metallici inseriti in una molecola organizzata dove giocano il ruolo di trasportatori di energia. La funzione principale degli oligoelementi è di catalizzare: i minerali infatti sono dei biocatalizzatori, cioé sono sostanze che intervengono nelle reazioni chimiche promuovendole, senza essere però modificate dalla reazione stessa.

Se si eliminassero sperimentalmente i metalli, la funzione enzimatica si estinguerebbe: gli enzimi sono responsabili del fenomeno della biocatalisi e presumibilmente tutti gli enzimi contengono dei metalli. Gli enzimi si trovano in numero limitato nello stomaco e in numero maggiore nell'intestino, ma il numero più alto si registra nella cellula. Insomma, è stato rilevato che tutti i metalli-traccia sono essenziali per la vita delle cellule e in qualche modo connessi con i processi catalitici.

Tutto questo accade grazie a quantità di minerali dell'ordine del milionesimo di grammo: in base al secondo principio di Volta, infatti, la tensione di contatto è indipendente dal peso delle sostanze che la generano. Rame e manganese in contatto intimo, ad esempio, produrranno una tensione di 10 Volt sia che pesino un chilogrammo sia che pesino un milionesimo di grammo ciascuno!

Ecco che quantitativi infinitesimali di oligoelementi come rame, zinco, magnesio o altro, in contatto intimo con l'organismo vivente, creano forze elettromotrici di livello sufficiente a mettere in moto i processi enzimatici elettrolitici. Quando i processi metabolici vengono compromessi da una carenza di oligoelementi, dovuta soprattutto a una alimentazione povera di preziosi metalli, magari a causa di cibi provenienti da agricoltura non biologica, possono comparire disturbi funzionali su strato morboso a livello cellulare e tissutale, fino a lesioni che potrebbero portano a malattie croniche.

Dr. A.D.Cohen
info@curarsinaturalmente.com

 

Oligoelementi
Naturopatia, omeopatia, iridologia, fitoterapia, fiori di Bach, aromaterapia, agopuntura, shiatsu, yoga

I diplomi di dr. A.D.Cohen


Primizie per chi ama le news... brevi ma tante


Leggete qui! Approfondimenti


Archivio


Cos' la Cabbalah


Armonie vitali

Oligoelementi

E-mail
info@curarsinaturalmente.com

La Terra, l'hai in prestito dai tuoi figli, non l'hai ereditata dai tuoi padri...




Immagine angolo
Logo